Logo

SonArte - II ed. Musica, teatro, colore



24-novembre.jpg

Dopo i quattro spettacoli della prima parte della stagione che si svolti al Teatro del Borgo di San Bartolo a Cintoia, gli appuntamenti domenicali della seconda edizione di SonArte, rassegna di musica teatro e colore, continuano da aprile alla Confraternita di Sant'Antonio Abate in Via Alfani 47 bis. Cinque proposte di genere molto vario, che spaziano dal teatro alla lettura recitata di testi storici, alla musica classica e jazz, come ci ha ormai abituato Marco Papeschi, direttore artistico della rassegna, organizzata da Legamidarte in collaborazione con la Confraternita. SonArte ha avuto il patrocinio del Comune di Firenze e della Citta' Metropolitana.

 

PROGRAMMAZIONE

14 aprile, ore 11

Il Difettoso testo teatrale di Franco Vestri

Daniele Locchi

Costanza Mascilli

Riduzione teatrale e regia di Daniele Lamuraglia. 


Il dialogo imprevisto tra una ragazza di oggi delusa dal mondo e un signore in carrozzina che ha sperimentato l'energia trasmessa dalla bellezza di un capolavoro. 
Un viaggio dentro gli infiniti, assurdi e paradossali meandri delle cure mediche, delle barriere sociali e architettoniche, per la cura di una malattia rara e indecifrabile. 

Uno spettacolo tratto dal libro edito da Apice Libri "Diario di un Difettoso" di Franco Vestri, che ha partecipato alla progettazione e direzione di importanti cantieri di restauro architettonico, come la Cupola del Duomo di Firenze. 

 

19 maggio, ore 17,30

Indignati - Prediche del Savonarola riscritte da Stefano Massini

Lettura-spettacolo con

Suor Stefania Baldini

Don Andrea Bigalli

Don Fabio Masi

Don Alessandro Santoro

Musiche eseguite con arpa celtica da Stefano Corsi


"Savonarola sembra che parli di noi, dell'individualismo che c'e' in giro. E anche dell'indifferenza, che per me e' l'ottavo peccato capitale".  (Dall'introduzione di Don Andrea Gallo).

 

Il testo delle prediche del Savonarola e' stato magistralmente riscritto da Stefano Massini, scrittore, drammaturgo, saggista e consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano. Lo spettacolo e' stato portato in scena sotto forma di lettura teatrale per la prima volta nel giugno del 2012. E' stata la prima di una lunga serie di rappresentazioni, che hanno avuto come interpreti d'eccezione: Don Alessandro Santoro prete alle Piagge e fondatore della omonima Comunita', Don Andrea Bigalli, parroco di Sant'Andrea in Percussina e responsabile regionale di Libera, Don Fabio Masi parroco di Santo Stefano in Paterno e Suor Stefania Leda Baldini, suora domenicana.  Quattro testimoni del nostro tempo per il loro impegno civile e per la costante ricerca di coerenza con il messaggio evangelico nella quotidianita'. 


La rappresentazione e' arricchita dall'esecuzione all'arpa celtica di Stefano Corsi, musicista e co-fondatore dello storico gruppo di musica irlandese Whisky Trail.

 

9 giugno, ore 11

Al limite del silenzio - concerto

Quartetto Cherubini

Simone Brusoni, sax soprano

Adele Odori, sax contralto

Leonardo Cioni, sax tenore

Ruben Marza', sax baritono


Nato dall'incontro tra quattro giovani sassofonisti, tutti diplomati presso il conservatorio L. Cherubini di Firenze, il Quartetto ha un repertorio  basato prevalentemente sulle opere originali per quartetto di sassofoni, con particolare attenzione agli autori francesi, pur coinvolgendo nei programmi da concerto anche trascrizioni. Il nome del gruppo, oltre ad omaggiare il compositore fiorentino, il Conservatorio e la Citta' di provenienza del complesso, vuole essere un riferimento al rigore e alla ricerca nel repertorio originale, ispirandosi al quartetto d'archi, "Il" quartetto per eccellenza della musica da camera. 


22 giugno, ore 18

Canto per l'Europa 

Coro L'Altrocanto

Chiostro di ponente di Santa Maria degli Angeli 

(ingresso Via Alfani 49)


Una significativa unita' di intenti e' stata coordinata da LEGAMIDARTE per un evento straordinario di SonArte in occasione della Festa della Musica. Il Chiostro di ponente di Santa Maria degli Angeli, cui si accede da Via Alfani 49, sara' eccezionalmente aperto per ospitare il concerto del coro dell'Altrocanto, diretto da Stefano Corsi, storico componente dei Whisky Trail.

"Canto per l'Europa" vuole sottolineare l'importanza della musica per dare forza all'ideale europeo: il grande obiettivo della coesistenza dei popoli che permetta loro un futuro di pace. Per questo concerto si uniscono le sinergie, oltre che di LEGAMIDARTE, dell'ANMIG, cui si deve l'apertura eccezionale del chiostro e della CONFRATERNITA di Sant'Antonio Abate, la cui sede ospita da due anni la rassegna SonArte.


13 ottobre, ore 11 

Landscapes -  concerto

Roberto Bartoli, contrabbasso

Achille Succi, clarinetti

Daniele Santimone, chitarra

 

"Landscapes" e' il titolo del nuovo lavoro discografico del contrabbassista e compositore Roberto Bartoli,  pubblicato nel mese di luglio 2018 a cura dell'etichetta Dodici Lune.  

 

Poesia e grande senso melodico sono i tratti salienti di questa opera, gia' acclamata come una delle piu' interessanti uscite discografiche dell'anno ed impreziosita dal magistrale apporto di Daniele Santimone alla chitarra ed Achille Succi ai clarinetti, due tra i piu' creativi ed interessanti musicisti italiani.  

Un concerto in dimensione acustica, intima, dove melodia ed improvvisazione stanno in perfetto equilibrio tra tradizione e sperimentazione, il tutto coniugato da un grande senso poetico


17 novembre, ore 11

Da Bach a Gerwshin - concerto

Marco Papeschi, violino

Marco Bucci, pianoforte


Johann Sebastian Bach non e' stato solo un pilastro della composizione formale, ma anche un grande innovatore. Bach ha osato senza sbagliare, ha perfezionato e complicato senza diventare enigmatico, ha fatto della chiesa la sala concerti piu' frequentata dei suoi tempi, dove la preghiera e la musica diventavano una cosa sola. Eppure e' riuscito a inserire nella musica messaggi matematici, criptici, codici che farebbero invidia al piu' sofisticato sistema di intelligence. Dopo tutto Francisco Rodriguez Barrientos scriveva "Nessun teologo e' stato cosi' convincente come Bach". George Gershwin e' riuscito a rinnovare e ampliare con la stessa luminosa intuizione il jazz, rendendolo sinfonico ed elevandolo a un rango classico che solo apparentemente sembra distante dalla sua natura popolare. Due personaggi che hanno vissuto la loro musica come un portale per raggiungere e condividere visioni inaccessibili rendendole chiare a tutti.

 



    Iscriviti alla nostra Newsletter!

    Iscrivendoti alla nostra newsletter verrai sempre informato su tutte le attività di Legamidarte.